Patto di corresponsabilità

Il “Patto educativo di corresponsabilità” è una dichiarazione di impegno e partecipazione alla vita della scuola e si configura come un contratto fra personale della scuola, alunni e genitori.

“Patto” significa che i vari soggetti coinvolti sono interlocutori attivi e consapevoli delle attese dell’Istituzione scolastica, concretamente impegnati nel raggiungimento degli obiettivi che hanno contribuito a definire.

Al Dirigente Scolastico spetta la rappresentanza legale dell’Istituto, l’assolvimento delle funzioni previste dalla legge e dai contratti collettivi in ordine alla direzione ed al coordinamento, la promozione e la valorizzazione delle risorse umane e professionali, la gestione delle risorse finanziarie e strumentali, con connesse responsabilità in relazione ai risultati.

A tal fine, il Dirigente Scolastico si impegna a:

  • promuovere e valorizzare le risorse umane e professionali, nel rispetto del Piano dell’Offerta Formativa d’Istituto;
  • ascoltare le istanze delle varie componenti dell’Istituzione scolastica;
  • essere garante del “Patto educativo di corresponsabilità” condiviso e farlo rispettare ;
  • assicurare la gestione unitaria dell’Istituto, nel perseguimento dell’obiettivo della qualità e dell’efficienza del servizio scolastico;
  • garantire trasparenza e informazione su tutti gli atti amministrativi che non ledano la privacy e sulla vita dell’Istituzione scolastica in generale.

Docenti si impegnano a:

  • svolgere la loro professione in modo funzionale ai bisogni e alle esigenze formative dei loro alunni, sul piano didattico, culturale e deontologico;
  • rispettare gli orari scolastici di entrata e uscita dalla classe;
  • precisare con gli alunni e le famiglie gli obiettivi della disciplina insegnata e stabilire con chiarezza il percorso culturale che intendono svolgere durante l’anno scolastico, esplicitando il metodo di lavoro e gli strumenti che intendono utilizzare;
  • comunicare i criteri di valutazione delle prove;
  • eseguire la correzione delle verifiche e restituirle agli alunni, di norma, entro 15 giorni di attività didattica dalla data della loro effettuazione;
  • comunicare tempestivamente le valutazioni delle prove orali;
  • inserire regolarmente i voti nel registro elettronico;
  • stabilire con un anticipo di almeno una settimana le verifiche scritte;
  • concordare con gli altri docenti della classe il calendario delle verifiche scritte, in modo da non svolgerne, di norma, più di una nello stesso giorno e da evitare che in una settimana i compiti scritti siano più di quattro;
  • comunicare alla famiglia eventuali situazioni di profitto insufficiente e frequenza irregolare;
  • favorire la motivazione e l’integrazione di tutti gli alunni nel gruppo classe;
  • rispettare i diritti delle studentesse e degli studenti, senza mai cadere nell’offesa o nell’insulto;
  • agire secondo criteri ispirati ad equità ed obiettività;
  • avere un atteggiamento disponibile al dialogo, ma fermo nel chiedere il rispetto delle regole e dell’esecuzione dei compiti;
  • astenersi dall’utilizzare il cellulare durante le lezioni, secondo le disposizioni ministeriali vigenti;
  • astenersi dal diffondere, senza autorizzazione, immagini e filmati degli studenti;
  • non fumare.

Gli Studenti si impegnano a:

  • rispettare gli orari scolastici di entrata ed uscita dalla classe;
  • rispettare gli insegnanti, i compagni di classe, il personale tutto della scuola, senza mai cadere nell’offesa o nell’insulto;
  • rispettare le regole di comportamento stabilite ad inizio di anno scolastico;
  • attendere l’arrivo del docente nel cambio delle ore rimanendo in classe;
  • seguire con attenzione le attività didattiche, comprese le interrogazioni;
  • portare sempre con sé a scuola tutto il materiale necessario;
  • svolgere in modo adeguato il lavoro a casa, studiando le lezioni, facendo le esercitazioni richieste e consegnandole puntualmente;
  • astenersi dall’utilizzare il cellulare durante l’orario scolastico, come previsto dalle disposizioni ministeriali vigenti;
  • astenersi dall’utilizzare, senza autorizzazione, fotocamere o videocamere;
  • avere cura degli ambienti e del materiale scolastico;
  • partecipare ai corsi di recupero in caso di segnalazione da parte dei docenti;
  • rispettare il divieto di fumo.

Genitori si impegnano a :

  • cooperare con l’Istituzione scolastica nelle fasi di proposizione e di validazione della progettazione didattico-educativa (riunioni collegiali, proposte per il POF, ecc.);
  • collaborare attivamente con i docenti nella condivisione di una comune azione educativa e formativa;
  • seguire l’andamento didattico – disciplinare dei figli:
    • consultando con costanza i voti e le assenze nel registro elettronico,
    • partecipando agli incontri organizzati dall’Istituto,
    • utilizzando i colloqui individuali con i docenti durante l’ora di ricevimento,
    • controllando sistematicamente i compiti e casa,
    • contattando il docente coordinatore di classe ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità;
  • garantire presenza costante e impegno dei propri figli ai corsi di recupero per superare i debiti scolastici, o nell’attivare in proprio lezioni di recupero per il figlio impossibilitato a seguire i corsi a scuola;
  • collaborare con genitori rappresentanti di classe, per favorire una condivisione dell’azione educativa svolta a scuola.

Il Personale ATA ha compiti fondamentali nell’organizzazione e amministrazione della comunità scolastica.

Il ruolo del personale amministrativo e ausiliario è indispensabile anche come supporto all’azione didattica e la valorizzazione delle sue competenze è decisiva per l’efficienza e l’efficacia del servizio e per il conseguimento delle finalità educative.

Il personale ATA cura i rapporti con l’utenza, che sono di fondamentale importanza, in quanto contribuiscono a determinare il clima educativo della scuola ed a favorire il processo comunicativo tra le diverse componenti che si muovono dentro o attorno alla scuola.

A tal fine, il Personale ATA si impegna a:

  • rispettare gli orari scolastici di entrata e di uscita dalla scuola;
  • svolgere i compiti e le mansioni assegnati nel migliore dei modi, in pieno spirito collaborativo;
  • avere un atteggiamento disponibile al dialogo;
  • avere cura degli ambienti e del materiale scolastico;
  • non fumare.

Il Dirigente Scolastico

Prof. Antonio Coccarelli