Organi collegiali

Svolgimento coordinato dell’attività degli OO. CC.

Ciascun Organo Collegiale opera in forma coordinata con gli altri Organi Collegiali, i quali esercitano competenze parallele ma con rilevanza diversa in determinate materie.

Disposizioni generali sul funzionamento degli Organi Collegiali e convocazioni

a. La convocazione degli Organi Collegiali deve essere disposta con un preavviso non inferiore ai 5 giorni rispetto alla data delle riunioni. Deroghe possono essere ammesse solo in casi eccezionali di necessità ed urgenza, per i quali le motivazioni vanno messe a verbale.

b. Il Collegio dei Docenti e Consigli di Classe sono convocati dal Dirigente Scolastico sulla base di un Piano di Lavoro annuale appositamente predisposto all’inizio di anno scolastico. Possono comunque essere convocati per iniziativa del Dirigente Scolastico ogni qualvolta egli ne ravvisi la necessità, oppure a richiesta scritta e motivata di almeno un terzo dei componenti dei due Organi Collegiali.

c. La convocazione di membri elettivi, comprendente l’ordine del giorno, deve essere effettuata con lettera diretta ai singoli componenti dell’organo collegiale oppure tramite e-mail, e mediante la pubblicazione nel sito scolastico, di apposito avviso. Per i membri non elettivi, la pubblicazione nel sito scolastico dell’avviso o la comunicazione circolare è adempimento sufficiente per la regolare convocazione dell’Organo Collegiale.

d. Di ogni seduta viene redatto un verbale, firmato dal presidente e dal segretario, su un apposito registro a pagine numerate; detto registro può avere forma di file salvato in formato PDF.

e. Le adunanze degli Organi Collegiali si svolgono, per quanto possibile, in orari compatibili con gli impegni di lavoro dei componenti elettivi.

f. Le assenze dei membri elettivi o designati alla seduta del Consiglio d’Istituto o della Giunta Esecutiva devono essere motivate. Le assenze non giustificate per tre volte consecutive comportano la decadenza dalla carica.